Mostra

Lucia Bergamini. Food Culture. A new way to the Haedonism

23 giugno – 7 luglio 2021

Come si potrebbe tradurre in arte l’edonismo della nostra epoca? Presto fatto! Attraverso una delle passioni-ossessioni più persistenti nella cultura di massa contemporanea: quella per l’esaltazione del cibo come inno alla gioia di vivere, al suo lato più dolce e spensierato. C’è un’arte che, da provetta “boite en valise” della nostra epoca, si fa cantrice della Food Culture, in chiave più che mai pop e autoironica, grazie alla perfezione del tratto di Lucia Bergamini, magistralmente iperrealistico e bilanciato nell’uso del colore a olio e stupefacente per la variazione cromatica che, dalla sola palette di colori primari, vediamo dispiegarsi sulla tela. “Con la mia arte -spiega- cerco un contatto con l’osservatore che gli doni un momento di spensieratezza e di leggerezza, che possa allietarlo e rasserenarlo per ricordargli che la vita è una cosa meravigliosa!”.

LUCIA BERGAMINI nasce nel 1984 a Torino; vive e lavora ad Asti. Figlia d’arte, dipinge da sempre e dal 2013, ha intrapreso con folgorante successo una carriera internazionale come artista iperrealista. Il soggetto prediletto delle sue tele è il cibo come simbolo della gioia di vivere. “Con la mia arte -spiega- cerco un contatto con l’osservatore che gli doni un momento di spensieratezza e di leggerezza, che possa allietarlo e rasserenarlo per ricordargli che la vita è una cosa meravigliosa!” Oggi collabora con diverse gallerie a Londra e negli Stati Uniti e le sue opere di trovano in numerose collezioni private in giro per il mondo.

La mostra è curata da Tablinum Cultural Management

Il nostro sito web ha bisogno di cookies per funzionare. Leggi l’informativa.
Maggiori informazioni